Svolta a Pollica (Salerno): forse in un filmato il killer del sindaco Vassallo

Pubblicato il 17 novembre 2010 12:55 | Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2010 12:55

Angelo Vassallo

Forse una svolta nelle indagini sull’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco antti camorra di Pollica (Salerno). Lo scrive la Città di Salerno in una rticolo a firma di Vincenzo Rubano.

Il giorno dopo il delitto, un ufficiale dell’Arma dei Carabinieri fece rimuovere una telecamera a circuito chiuso dal porto di Acciaroli. I filmati sono stati recuperati solo dopo alcuni giorni, grazie ad un provvedimento di sequestro emesso dalla Procura salernitana.

“Oggi abbiamo finalmente una pista precisa. Nei filmati si vede un uomo e non è escluso che sia proprio l’assassino. C’è qualcuno che sa ma che ancora non ha parlato. Presto avremo delle notizie concrete”, dice il procuratore capo di Salerno, Franco Roberti.

5 x 1000

“Da qui a dire che è un sospettato ce ne vuole”, chiarisce Roberti, ma precisa anche che “le indagini non stanno tralasciando nulla”.

Anche perché sarebbe stato lo stesso ufficiale ad avvertire i giornalisti dopo l’omicidio.

L’ufficiale avrebbe fatto rimuovere la telecamera “perché aveva paura che i filmati potessero andare persi, visto che dopo alcune ore il nastro registrato viene automaticamente cancellato”, precisa il procuratore.  “Nei filmati si vede un uomo – spiega Roberti – e non è escluso che sia proprio l’assassino. Stiamo ancora espletando delle verifiche ma presto avremo delle notizie concrete. In questi mesi abbiamo verificato ogni ipotesi, troppe ipotesi – continua il procuratore di Salerno – ma oggi abbiamo finalmente una pista precisa. Una pista che potrebbe portarci presto a un capolinea. C’è qualcuno che sa ma che ancora non ha parlato”.

Agli atti c’è anche una relazione dell’ufficiale dei carabinieri: “Un atto importante, sottolinea Roberti, che l’ufficiale ci ha consegnato nei primi giorni successivi l’omicidio. Ci sono nomi e cognomi. Nomi di persone sospette”.

[gmap]