Ponte Morandi crollato a Genova: inaugurato nel 1967 e da sempre oggetto di polemiche

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 agosto 2018 14:21 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2018 14:21
Ponte crollato a Genova: inaugurato nel 1967 e da sempre oggetto di polemiche

Ponte crollato a Genova: inaugurato nel 1967 e da sempre oggetto di polemiche

GENOVA – Il viadotto Polcevera dell’autostrada A10, crollato martedì mattina, chiamato ponte Morandi poiché intitolato a Riccardo Morandi, attraversa il torrente Polcevera, a Genova, tra i quartieri di Sampierdarena e Cornigliano. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Progettato dall’ingegnere Riccardo Morandi, fu costruito tra il 1963 e il 1967 dalla Società Italiana per Condotte d’Acqua.

E’ noto come Ponte delle Condotte” dalla società che lo costruì, ma anche “Ponte di Brooklyn” per una forma che richiama molto vagamente il celebre ponte americano. Ha una lunghezza di 1.182 metri, un’altezza al piano stradale di 45 metri e 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza; la luce massima è di 210 metri. Venne edificato con una struttura mista: cemento armato precompresso per l’impalcato e cemento armato ordinario per le torri e le pile. Il ponte venne inaugurato il 4 settembre 1967 alla presenza del Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat. Dalla sua costruzione, il ponte ha sempre fatto discutere; negli anni è stato oggetto di manutenzioni profonde con costi elevati.

“Non mi risulta ma se lei ha della documentazione me la mandi. In ogni caso non è così, non mi risulta”. Così l’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, risponde al Gr1 al giornalista che gli fa notare che da anni si diceva che il ponte andava chiuso perché pericoloso. Nel corso del colloquio – secondo quanto riporta una nota della trasmissione – Castellucci ha detto che si sta recando sul posto e che non può aggiungere altro rispetto a quanto scritto nel comunicato.