Il Ponte Morandi di Agrigento chiuso da mille giorni. E lo sarà per altri due anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Gennaio 2020 11:40 | Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio 2020 11:40
Il Ponte Morandi di Agrigento chiuso da mille giorni

Il viadotto Akragas di Agrigento (Ansa)

ROMA – Il viadotto Akragas, il Ponte di Agrigento costruito dall’architetto Morandi, è chiuso ormai da mille giorni (il 6 gennaio). Il viadotto è stato chiuso all’inizio del 2017 dopo denunce di degrado della struttura e la procura agrigentina ha aperto un fascicolo. Dunque è stato chiuso prima del crollo del viadotto gemello, il Ponte Morandi di Genova.

Mille giorni di interruzione dell’unica soluzione alla viabilità della zona e altri due anni perché venga ripristinata l’operatività del viadotto che collega Agrigento a Porto Empedocle dalla strada statale 115 quater. Scartata l’ipotesi di un suo abbattimento caldeggiata da alcune associazioni ambientaliste che lo considerano uno sfregio al paesaggio.

Non ci sono le condizioni per immaginare una viabilità alternativa, per questo non resta che la ristrutturazione. La fine del 2021 segnerà, se tutto va bene, la data del rientro alla normalità.

Il viadotto Akragas I (lungo 1320 metri) è chiuso al traffico, poiché necessita di interventi più consistenti – dica un comunicato dell’Anas – . Per l’esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria dei è stata esperita una gara, per un investimento complessivo pari a circa 30 milioni di euro. Nell’ambito di tale accordo quadro, è stato già attivato il contratto applicativo per gli interventi sulle pile dei viadotti, che avranno avvio nel prossimo mese di maggio. L’ultimazione di tutti gli interventi (pile e impalcati di entrambi i viadotti), è fissata entro la fine del prossimo anno”.  (fonte Ansa)