Ponte Morandi. File per farsi i selfie con il camion Basko. Proprietari esasperati lo vendono

di Dini Casali
Pubblicato il 29 marzo 2019 14:47 | Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2019 14:47
Ponte Morandi. File per farsi i selfie con il camion Basko. Proprietari esasperati lo vendono

Ponte Morandi. File per farsi i selfie con il camion Basko. Proprietari esasperati lo vendono

ROMA – Ricordate quel maledetto 14 agosto scorso, il giorno del crollo del ponte Morandi a Genova: quasi sul ciglio del moncone rimasto in piedi, a pochi metri dal baratro che si era aperto davanti, il solitario camion con l’insegna Basko con il motore acceso e il tergicristallo in movimento per la fuga precipitosa del conducente, diventò immediatamente l’immagine simbolo della tragedia.

Da allora occasionali visitatori e curiosi accorrono a frotte nel parcheggio della ditta Italacar a Dalmine in provincia di Bergamo, solo per farsi un selfie, per l’assurdo e compiaciuto desiderio di infilarsi in qualche modo, chissà,  al centro di una storia mediatica. Il camion Volvo fu venduto proprio da Basko alla ditta che commercia in automezzi industriali: ora però all’Italcar hanno perso la pazienza e ha deciso di disfarsene. 

L’ha ricomprato allora proprio la Basko che ne riconosce il valore simbolico. “Quando abbiamo saputo che era stato venduto, abbiamo deciso di acquistarlo per riportarlo a Genova. Pensiamo sia questa la sua ‘casa’, visto il grande valore simbolico di speranza che questo camion ha assunto dopo la tragedia”, dice Lucia Bruzzone, responsabile delle relazioni esterne del Gruppo Sogegross (che detiene il marchio Basko. “Proprio per il suo significato simbolico, non abbiamo ancora valutato come utilizzarlo”, conclude Bruzzone. (fonte Agi)