Ponteranica, Bergamo. Il sindaco leghista toglie la targa dedicata a Peppino Impastato

Pubblicato il 10 Settembre 2009 19:56 | Ultimo aggiornamento: 10 Settembre 2009 20:33

peppino_impastatoPonteranica è un paese in provincia di Bergamo guidato dallo scorso giugno dal sindaco leghista Cristiano Aldegani. La precedente amministrazione era guidata da un sindaco di centrosinistra che un anno e mezzo fa aveva deciso di mettere una targa all’interno della biblioteca civica dedicata a Peppino Impastato, giovane siciliano ucciso dalla mafia nel 1978.

Ora, il sindaco attuale ha deciso di rimuovere la targa, con la motivazione di voler onorare personalità locali. L’ iniziativa è stata criticata dal Pd e dall’associazione antimafia Libera, critiche a cui il sindaco ha risposto duramente: «Sono polemiche pretestuose fatte da persone in malafede. C’è addirittura chi mi accusa di essere pro-mafia, è assurdo».

Per Pina Picierno, responsabile legalità del Partito Democratico «la rimozione della targa è sconcertante». A suo parere la Lega «fa politica con il paraocchi ideologico, intrisa di ideologia e di interessi localistici, che dividono e indeboliscono il Paese. Negare la memoria di un giovane ucciso dalla mafia non trova giustificazioni».

Continua la Piperno: «La storia del nostro Paese e quella delle mafie e delle sue vittime innocenti non appartiene a una parte del Paese né a uno schieramento politico. La Lega, che è il partito del ministro degli Interni Maroni e una componente essenziale della maggioranza, si assuma le proprie responsabilità e sia coerente. Sostenga quindi l’impegno delle istituzioni contro tutte le mafie anche e soprattutto laddove rappresenta le istituzioni locali».

Il sindaco precisa che l’iniziativa della Giunta vuole valorizzare personalità locali come il sacerdote sacramentino Giancarlo Baggi, al quale sarà presto ridedicata la biblioteca. In realtà, Baggi è morto solo nove anni fa: la targa a Impastato sarebbe potuta restare fino al maggio prossimo, visto che per dedicare la biblioteca al sacerdote bisogna, secondo la legge, aspettare che scadano i dieci anni dalla morte. Ma il sindaco, che aveva anche tentato di agire con procedura d’urgenza ed era stato fermato dalla prefettura, ha voluto comunque togliere la dedica al giovane siciliano per sostituirla, nel frattempo, con la semplice scritta “Biblioteca comunale di Ponteranica”.

A fine giugno ossia dieci giorni dopo le elezioni, c’era stato anche un incontro tra i rappresentanti di Libera e Aldegani, definito dal Primo cittadino «un incontro cordialissimo».  In quell’occasione c’era stata anche la proposta di un’eventuale manifestazione “riparatoria” dedicata a Impastato ma ora, spiega il sindaco leghista che, pur «non precludendo niente» nel riproporre la manifestazione si dovrà sentire «la volontà della Giunta e della maggioranza».