Pordenone, affitti in nero: denunciato un immobiliarista. Avrebbe evaso 4 miliardi di euro

Pubblicato il 26 luglio 2010 9:00 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2010 9:04

Un’evasione fiscale pari a 4 milioni di euro accumulata affittando appartamenti ”in nero”, in particolare a cittadini extracomunitari, è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Pordenone, che ha denunciato un immobiliarista.

Gli affittuari (in tutto 100) erano in maggior parte immigrati con regolare permesso di soggiorno, ma per loro il canone mensile veniva calcolato non per immobile, bensì per numero di persone occupanti gli appartamenti. Al centro degli accertamenti, oltre all’immobiliarista, anche altri soggetti e una società costituita ad hoc, ai quali erano state intestate numerose unità immobiliari, che venivano comunque gestite assieme.

La suddivisione della proprietà degli immobili funzionava come ulteriore meccanismo di evasione, poiché gli appartamenti venivano dichiarati come ”redditi da fabbricati”, con la conseguente riduzione fiscale del 15%, mentre essi costituivano di fatto reddito d’impresa.