Pordenone/ Minorenne ghanese stuprata da un coetaneo a casa di un amica sotto gli occhi del fratello di questa

Pubblicato il 31 Luglio 2009 15:42 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 15:42

A Pordenone, una ragazza di sedici anni di origine ghanesi è stata violentata da un ragazzo, anch’esso minorenne, della Costa d’Avorio. Il crimine è avvenuto sotto gli occhi di un secondo ragazzo che non è intervenuto. Questo complice della violenza,  è maggiorenne ed è il fratello dell’amica che la vittima era andata a trovare nel pomeriggio.

La ragazza ghanese, infatti, aveva, come altre volte, bussato alla casa di una sua amica in un quartiere di Pordenone. Ad aprirgli, questa volta, sono stati però il fratello dell’amica, al momento assente, ed un suo compagno. La ragazza è entrata nella casa senza temere poiché conosceva la famiglia. Dopo poco l’accoglienza si è rivelata un pretesto, e il minorenne ivoriano ha cominciato a stuprare la ragazza sotto gli occhi impassibili del fratello dell’amica.

Secondo le prime testimonianze i vicini non avrebbero sentito grida o richieste di aiuto. Una donna si è ricordata tuttavia di aver visto, senza intervenire, la giovane mentre pareva gemere, dopo la violenza, nel giardino davanti alla casa.

I due ragazzi sono stati sottoposti a fermo e il pm Piera De Stefani ha chiesto al gip la convalida del provvedimento.