Pordenone, pullman di bambini in gita finisce in un burrone: feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 18:56 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 19:48
Pordenone, pullman di bambini in gita esce fuori strada: feriti

(Foto d’archivio)

PORDENONE – Un pullman con a bordo 47 bambini tra i 7 e i 13 anni è uscito di strada nella discesa che collega Piancavallo ad Aviano, in provincia di Pordenone, finendo in un burrone all’altezza di un tornante.

Cinque piccoli e sei adulti sono rimasti feriti. I bambini stavano trascorrendo un periodo di vacanza in un centro estivo. Lungo il tragitto su una strada in montagna ad un certo punto, forse per un problema ai freni, il pullman è uscito di strada, finendo nel dirupo.

Il racconto dei bimbi. “Stavamo facendo festa, non ci siamo accorti di niente, abbiamo sentito un botto e ci siamo rovesciati. Poi le maestre sono state bravissime, mentre tutti piangevano e urlavano, ci hanno fatti uscire da dietro e ci hanno fatto allontanare”. Fabrizio ha 9 anni, è biondino e pacioccone, indossa pantaloni corti e canottiera, mostra un taglietto alla gamba: uno scherzo se si considera che dal momento del botto a quello in cui si sono trovati tutti rovesciati sono trascorsi alcuni secondi nei quali l’autobus è precipitato per una ventina di metri continuando poi la corsa in orizzontale, verso il bosco, per altre decine di metri.

“Eravamo partiti da pochissimo, io e un amico stavamo giocando a carte… quando siamo usciti dall’autobus le maestre ci hanno prima fatto mettere in un prato e poi ci hanno fatto salire per un sentiero. Siamo arrivati alla strada, loro avevano paura che scoppiava tutto perché l’autobus perdeva benzina. Il sentiero era molto ripido e i telefoni non prendevano, allora le maestre hanno fermato le auto che passavano per chiedere aiuto”.    Una fila indiana uscita dal lunotto posteriore che si era spaccato. Le maestre hanno portato fuori anche i bambini con la frattura al braccio e alla gamba, poi, in fretta, una volta radunatisi, hanno cominciato a salire.    In caso di incendio la situazione sarebbe stata complicata: a causa del caldo dovunque nell’area è secco, dunque facilmente infiammabile.

I Vigili del Fuoco e l’azienda pubblica dei trasporti di Pordenone hanno fatto affluire sul posto furgoni per portare a valle tutti gli altri bambini, che piangono e chiedono dei genitori, tutti molto scossi e terrorizzati.

I soccorritori hanno allestito un piccolo campo alla stazione ferroviaria di Aviano. Qui sono stati portati i bimbi illesi e stanno confluendo i rispettivi genitori, che sono stati già informati dell’incidente. Alcuni genitori sono già sul posto