Pordenone/ Ragazzo (14 anni) annega e muore nel fiume per festeggiare fine della scuola

Pubblicato il 10 giugno 2009 21:40 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2009 1:28

Un ragazzo di quattordici anni di origine senegalese ( Pape F.) che stava festeggiando insieme ad alcuni amici la fine dell’anno scolastico in riva al Livenza, nei pressi di Sacile (Pordenone), è annegato dopo essersi lanciato nelle gelide acque.

Il giovane era uscito da scuola assieme a tre amichetti, aveva raggiunto un parco della zona e qui si erano sdraiati per prendere il sole. A un tratto il senegalese si è avvicinato alla riva del fiume con l’intenzione di tuffarsi nonostante i compagni cercassero di dissuaderlo, considerato che in quell’ansa le correnti sono molto forti. Ma non ha ascoltato il consiglio e si è ugualmente gettato nel fiume trovandosi subito in difficoltà.

I suoi due amici si sono calati in acqua tenendosi con un braccio sulla palizzata dell’argine nel tentativo di recuperarlo. Ma tutto è stato vano. Il corpo del ragazzo è stato portato a riva privo di vita un paio d’ore dopo: è stato trovato a una profondità di sei metri dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Sul posto anche i Carabinieri.