Pordenone: tenta suicidio sotto il treno, due agenti della Polfer la salvano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Aprile 2020 11:50 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2020 11:50
Pordenone: rumena tenta suicidio sotto il treno, due agenti della Polfer la salvano

Pordenone: tenta suicidio sotto il treno, due agenti della Polfer la salvano (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Due agenti evitano un suicidio in Friuli Venezia Giulia. L’intuito e la prontezza del personale della Polizia di Stato hanno evitato un suicidio nella stazione ferroviaria di Pordenone, dove una donna ha cercato di lanciarsi sotto un treno in arrivo con gli agenti che sono però riusciti a bloccarla in tempo.

È accaduto sulla banchina del primo binario, mentre era in arrivo il regionale Venezia-Udine e dove sostavano agenti della Polfer in servizio di vigilanza con alcuni colleghi della Digos della questura, liberi dal servizio e in attesa di prendere il treno.

I poliziotti hanno notato una persona che si stava avvicinando alle rotaie superando la linea gialla che delimita la zona di sicurezza. Sarebbe bastato un attimo di ritardo o di esitazione e la donna, una cittadina romena già nota alla Polfer, si sarebbe gettata sotto il locomotore di fronte ai viaggiatori in attesa.

Gli agenti sono riusciti a prenderla per le braccia e immobilizzarla nonostante lei, imprecando, cercasse in ogni modo di divincolarsi.

Una volta vinta la notevole resistenza della donna e dopo averla tratta in salvo e posta in sicurezza, gli agenti hanno chiamato il 118; nel frattempo le hanno prestato i primi soccorsi ed hanno provveduto a rassicurarla e confortarla cercando di farla ragionare e desistere da un simile irreparabile proposito. (Fonte Agi)