Porlezza, perde il controllo della moto e si schianta a terra: Massimo Fusina è morto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2019 8:49 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2019 8:49
Massimo Fusina motociclista morto a Porlezza

Un’ambulanza (Foto archivio ANSA)

COMO – Ha perso il controllo della moto su cui viaggiava e si è schiantato al suolo. Per Massimo Fusina, motociclista di 26 anni, non c’è stato nulla da fare: la caduta sull’asfalto gli è stata fatale a Porlezza, in provincia di Como.

Secondo una prima ricostruzione, il giovane motociclista stava viaggiando poco prima delle 11.30 del mattino del 22 luglio in sella alla sua moto, una Honda Hornet, quando è finito in terra e poi contro una barriera a protezione dei pedoni.

Subito sono scattati i soccorsi, ma all’arrivo dei sanitari Fusina era ormai morto. I carabinieri sono arrivati sul posto per i primi accertamenti e per i rilievi del caso e sembra che nessun altro sia coinvolto nell’incidente. La salma del 26enne è stata portata in obitorio e il magistrato di turno deciderà se disporre l’autopsia.

Intanto su Facebook in molti hanno lasciato un ultimo saluto a Massimo, che lavorava nel supermercato Iperal di Carlazzo ed era molto conosciuto a Porlezza. Anche il sindaco Sergio Erculiani, intervistato da Etv, ha commentato: “Conosco bene i genitori, la notizia lascia un dolore tremendo. Una vita interrotta troppo presto, era giovanissimo, posso soltanto immaginare il dolore della famiglia”. (Fonte Il Corriere di Como)