Cronaca Italia

Porotto (Ferrara): cartella esattoriale da 80emila euro, artigiano si uccide

Porotto (Ferrara): cartella esattoriale da 80emila euro, artigiano si uccide

Porotto (Ferrara): cartella esattoriale da 80emila euro, artigiano si uccide

FERRARA – Aveva già fatto molti debiti, e quando si è visto arrivare una cartella esattoriale da 80mila euro non ce l’ha fatta più: ha preso il suo fucile, regolarmente denunciato, è andato nel cortile di casa e si è ucciso. L’ultima vittima della crisi è un artigiano di Porotto (Ferrara) di 48 anni.

L’uomo, un artigiano conosciuto e apprezzato con moglie e due figli di 26 e 16 anni, era da tempo in cura per lo stato di depressione che lo aveva prostrato, con la complicità della crisi della sua attività.

Nei giorni scorsi il tracollo, con l’arrivo della cartella esattoriale dell’Agenzia delle Entrate che reclamava 80mila euro.

Lunedì 10 febbraio intorno a mezzogiorno l’uomo, rimasto solo in casa, è uscito in cortile, vicino all’orto di fianco a casa, e si è tolto la vita col fucile che aveva imbracciato: un solo colpo che non gli ha lasciato scampo. Un colpo, forse anche sentito dai vicini delle case attorno, che non ci hanno fatto caso. A trovare il suo corpo senza vita sono stati i familiari tornati all’ora di pranzo nella casa di Porotto.

To Top