Portici, sette nuovi positivi al coronavirus. Il sindaco: “Non è un focolaio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Agosto 2020 16:02 | Ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2020 16:02
Coronavirus Portici, foto d'archivio Ansa

Portici, sette nuovi contagiati. Il sindaco: “Non è un focolaio” (foto Ansa)

Portici, sette nuovi contagiati. Il sindaco: “Non è un focolaio”.

Sette nuovi contagiati, di cui due bambini, nella città di Portici (Napoli).

A darne notizia è il sindaco, Vincenzo Cuomo, in una lunga diretta su Facebook che però rassicura e dice:

”Non è un focolaio”.

I contagi ”sono articolati in tre nuclei familiari, tutti collegati in un unico ceppo familiare.

Significa che non c’è un focolaio ed è molto facile che i contagi si siano trasferiti attraverso incontri tra le stesse persone.

Tutti i tamponi effettuati ai contatti stretti  sono tutti stati esitati negativamente.

Immediatamente si è circoscritto il contagio e tutte le persone contagiate sono già in isolamento da diversi giorni”.

Nel primo nucleo familiare c’è un professionista che ha residenza a Portici ma esercita la sua attività professionale in altra città. Nella sua famiglia sono tutti negativi.

Il secondo nucleo familiare è composto da quattro persone.

”Qui uno dei due adulti lavora nell’ambito sanitario ed è risultato positivo. In questo caso il contagio ha colpito due bambini, mentre l’altro adulto che è uno dei coniugi, non è positivo”.

Nell’ultimo nucleo familiare ”sono tre persone le persone contagiate, mentre un minore convivente è risultato negativo al test. Tutti i tamponi correlati ai contatti stretti a questo nucleo familiare sono risultati negativi”.

Le persone, secondo quanto rende noto il sindaco, sono tutte asintomatiche e in isolamento, compreso quelle che sono risultate negative al tampone e termineranno il periodo di isolamento secondo quanto prevede il protocollo sanitario.

”Abbiamo aspettato qualche giorno in più per fare la comunicazione – conclude il sindaco – perché volevo accertarmi quale fosse la correlazione tra i nuclei familiari tramite documenti ufficiali.

Da sindaco vorrei rassicurare tutta la città perché è stata fatta comunicazione anche ai comuni limitrofi. E’ stato fatto un lavoro attento per cercare di dare il massimo della rassicurazione e sicurezza all’intero comprensorio”. (Fonte: Ansa).