Porto Recanati, il pozzo degli orrori: le ossa trovate sono di un bimbo e di una adolescente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 aprile 2018 17:02 | Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2018 17:02
(foto Ansa)

(foto Ansa)

MACERATA – Sono di un bimbo e di un adolescente le ossa ritrovate nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House a Porto Recanati, in provincia di Macerata.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela gratis da Google Play.

Oltre alle ossa di una adolescente ritrovate in un pozzo, probabilmente la bengalese scomparsa ad Ancona nel 2010, la 15enne Cameyi Mossamet, tra i resti ritrovati, sempre vicino al pozzo, ci sarebbero quelli di un bambino, non si sa se maschio o femmina, tra gli 8 e i 10 anni.

Il primo macabro ritrovamento è avvenuto il 28 marzo durante un controllo antidroga della Guardia di Finanza. Poi durante la giornata sono state rinvenute altre trenta ossa – tra le quali un bacino, costole, dita e un avambraccio – di due corpi diversi a poco più di un metro dal pozzo dov’erano gli altri resti.

La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio e occultamento di cadavere.   I reperti verranno presto inviati alla Polizia scientifica a Roma per essere esaminati.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other