Pos obbligatorio sopra i 30 euro per pagare dentista, idraulico, avvocato…

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 giugno 2014 17:09 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 17:59
Pos obbligatorio sopra i 30 euro per pagare dentista, idraulico, avvocato...

Pos obbligatorio sopra i 30 euro per pagare dentista, idraulico, avvocato…

ROMA – Pagare con bancomat o carta di credito il dentista, l’idraulico, l’avvocato, l’addetto che ripara la caldaia. Tutte le spese superiori a 30 euro: dal 30 giugno, lunedì, scatta per professionisti e partite Iva l’obbligo di dotarsi di Pos e quindi accettare i pagamenti via bancomat e carte di credito. Confesercenti protesta, definendo il provvedimento una ”batosta” per le imprese da circa 5 miliardi l’anno, tra costi di esercizio e commissioni. Un’operazione voluta per far emergere l’evasione fiscale.

Almeno per ora, non sono previste sanzioni per chi non accetta il pagamento con la carta di debito. Tuttavia, la novità viene vissuta con ‘fastidio’ e come un ulteriore costo per moltissime attività economiche. Al netto delle offerte contrattuali che alcune banche stanno proponendo ai migliori clienti, secondo le stime della Cgia su un campione significativo di istituti di credito, un’azienda con 100.000 euro di ricavo annuo, con il Pos, tra canone mensile, canone annuale e la percentuale di commissione sull’incasso, dovrà sostenere una spesa media annua di 1.200 euro.