Cronaca Italia

Positano. Sequestrata per abusivismo la ex villa del Maestro Zeffirelli

Tre suite e altrettante piscine annesse realizzate nella villa ”Treville” di Positano dove per anni ha alloggiato Franco Zeffirelli e di recente trasformata in un resort a cinque stelle, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza. Secondo i finanzieri della sezione operativa navale delle Fiamme gialle, al comando del capitano Alessandro Furnò, i manufatti sarebbero stati infatti realizzati abusivamente.

Alle suite, in omaggio al Maestro, il proprietario aveva dato nomi che rimandano all’attività artistica dell’illustre ospite: Traviata (una lussuosa suite di 51 metri quadrati con una piscina ritenuta anch’essa abusiva, situata su un’area di almeno 150 metri quadrati, da 2.000 euro + Iva al giorno, come pubblicizzato sul sito del resort), ”Maestro Zeffirelli” e ”Callas-Tosca” che sono state sequestrate con un solarium di circa 45 metri quadrati.

Il valore delle opere sequestrate, non è stato ancora quantificato, ma considerando le finiture di lusso e la cornice di incomparabile bellezza nella quale sono state realizzate, potrebbe essere di alcuni milioni di euro. Tre le persone denunciate: il legale rappresentante della società proprietaria del complesso, il direttore dei lavori e il responsabile della ditta esecutrice.

Dovranno rispondere dei reati di danneggiamento e deturpamento ambientale, oltre alle connesse violazioni in materia urbanistica e paesaggistica, tenendo conto che gli abusi sono stati perpetrati all’interno del perimetro del Parco Regionale dei Monti Lattari che rientra in zona riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Nella villa il regista aveva ospitato artisti di fama internazionale tra i quali Maria Callas, Leonard Bernstein, Sergei Diaghileff, Liz Taylor, Liza Minelli e Elton John.

To Top