Positiva al Covid va a fare il test di Medicina. Denunciata per delitto colposo contro la salute pubblica

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2020 15:02 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2020 15:03
Positiva al Covid va a fare il test di Medicina. Denunciata per delitto colposo contro salute pubblica

Positiva al Covid va a fare il test di Medicina. Denunciata per delitto colposo contro la salute pubblica

Positiva al Covid viola la quarantena per andare a fare il test di ammissione a Medicina. 

Pur sapendo di essere positiva al coronavirus si è messa in viaggio da Macerata a Bologna, per andare a sostenere il test di ammissione alla Facoltà di Medicina. E’ finita in guai seri una ragazza di 19 anni che ora dovrà rispondere dell’accusa di delitto colposo contro la salute pubblica, art. 452 del codice penale. 

La giovane, che era risultata positiva a due tamponi in agosto, era in attesa del risultato del terzo tampone, effettuato il 5 settembre, poi anche quello rivelatosi positivo. 

Non voleva rinunciare al sogno di potersi iscrivere a Medicina. Così, accompagnata dalla madre, si è messa in viaggio in auto da Macerata a Bologna per andare a sostenere il test. 

La fortuna ha voluto che la registrazione in un albergo della zona abbia fatto scattare la segnalazione alla Polizia. I suoi dati erano infatti già presenti nel database delle persone positive o sospette.

Agli agenti che sono riusciti a raggiungerla prima che entrasse alla Fiera di Bologna, la ragazza ha raccontato di non aver fatto soste durante il viaggio in auto e di aver sempre indossato la mascherina, senza avere contatti ravvicinati con nessuno. 

La giovane e la madre si trovano ora in quarantena in un Covid hotel. Da parte sua l’hotel ha assicurato di essere fornito di tutti i dispositivi necessari a prevenire il contagio. (Fonte: Agi).