Poste Italiane: nuovo impianto di videosorveglianza identifica rapinatore a Belmonte in Sabina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Aprile 2019 19:56 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2019 19:58
Poste Italiane: nuovo impianto di videosorveglianza identifica rapinatore a Belmonte in SabinaPoste Italiane: nuovo impianto di videosorveglianza identifica rapinatore a Belmonte in Sabina

Poste Italiane: nuovo impianto di videosorveglianza identifica rapinatore a Belmonte in Sabina

RIETI – E’ tra i nuovi impianti di videosorveglianza promessi da Poste Italiane ai piccoli Comuni ed installati dall’inizio di quest’anno – uno dei dieci impegni presi dall’Ad Matteo Del Fante incontrando tremila sindaci lo scorso novembre – ad aver permesso ai Carabinieri l’identificazione e l’arresto di un rapinatore a Belmonte in Sabina, solo 627 abitanti, in provincia di Rieti.

E’ uno dei 477 Comuni dove, ad oggi, Poste ha già installato complessivamente 938 impianti di videosorveglianza: un dato che si legge sul sito (www.posteitaliane.it/piccoli- comuni) lanciato ieri, dalla società, per “aggiornare in tempo reale” la realizzazione “degli obiettivi del programma”, sintetizzato nei dieci impegni assunti dall’Ad. a fine novembre, per le “migliaia di Comuni con meno di 5.000 abitanti”.

Nel caso di Belmonte in Sabina le telecamere erano state state installate da poche settimane, lo scorso gennaio: sono due, di ultima generazione e ad alta risoluzione, collegate in remoto con la ‘security room’ di Poste Italiane. La preoccupazione per la sicurezza, in particolare presso gli uffici postali ed i Postamat, è stato uno dei principali temi sottolineati dai sindaci quando, a fine 2018, hanno avviato la collaborazione lanciata da Poste con i piccoli comuni.

Un programma che prevede anche – tra i dieci diversi impegni – l’installazione di reti Wi-Fi (già 1.304 in 1.211 comuni), di Atm Postamat (installati i primi 102), di nuove cassette postali (1.817 in 1.278 comuni), l’abbattimento di barriere architettoniche (ad oggi 157 in 151 Comuni), e la creazione di un ufficio centrale dedicato al dialogo con i sindaci dei Comuni con meno di 5mila abitanti.

La rapina a Belmonte in Sabina, di circa duemila euro all’ufficio Postale, è avvenuta in pieno giorno, poco dopo le 13 del 12 aprile, da parte di un uomo incappucciato e armato con una pistola (che è poi risultata un giocattolo).