Poviglio, litiga col vicino e gli spara. Ma la pistola si inceppa, arrestato 55enne siciliano

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2020 15:25 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2020 15:26
Texas, bambino di tre anni prende la pistola e si uccide durante il suo compleanno

Texas, bambino di tre anni prende la pistola e si uccide durante il suo compleanno (foto Ansa)

Lite tra vicini a Poviglio. Uno punta la pistola all’altro, ma il grilletto si inceppa.

Ha litigato col vicino e poi gli ha puntato contro una pistola per sparargli. Ma fortunatamente l’arma si è inceppata e il proiettile non è esploso. Accade a Poviglio, provincia di Reggio Emilia.

Un 55enne, di origini siciliane, è stato arrestato per tentato omicidio, ipotesi formulata dal pm Maria Rita Pantani, titolare delle indagini.

Ma anche di ricettazione, detenzione e porto abusivo d’armi perché la pistola – una Bernardelli calibro 7,65 – è risultata rubata nel luglio del 2000 in una casa di Cadelbosco Sopra, sempre in provincia di Reggio Emilia.

La lite, secondo quanto ricostruito dagli investigatori sarebbe scoppiata per motivi banali. Il 55enne si è lamentato per alcuni scarti di potatura da giardino finiti nella sua proprietà.

Ne è nata una discussione col dirimpettaio, un 78enne. I due sono venuti alle mani, quindi il siciliano è rientrato in casa, ha afferrato una pistola, ed è uscito.

Si è posizionato dal muretto del cancello che divide i due terreni, ha preso la mira e ha sparato. Ma il proiettile è rimasto inesploso, uscendo però dalla camera della cartuccia.

L’anziano lo ha raccolto e consegnato ai carabinieri come prova. La pistola, assieme al proiettile, è stata sequestrata ed è ora a disposizione dei Ris di Parma per gli accertamenti balistici. (Fonti: Ansa, Agi).