Pralungo, Dino Baglioni ucciso a colpi di spranga: vicino di casa confessa

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 18 ottobre 2018 10:03 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2018 10:11
Dino Baglioni ucciso a colpi di spranga a Pralungo: confessa il vicino

Pralungo, Dino Baglioni ucciso a colpi di spranga: vicino di casa confessa

BIELLA – Dino Baglioni, pensionato di 90 anni, è stato ucciso a colpi di spranga una settimana fa nella sua casa di Pralungo, in provincia di Biella. La sera del 17 ottobre il vicino di casa Lorenzo Osella, 34 anni, ha confessato di aver ucciso il pensionato e di essersi liberato dell’arma del delitto lanciandola in un torrente. 

A dare l’allarme il vicesindaco, che per giorni non l’aveva visto al bar del paese dove si recava regolarmente. I carabinieri arrivati in casa hanno trovato il corpo di Baglioni nel suo letto, tanto che in un primo momento si era pensato a una morte naturale. Una macchia di sangue in terra però ha insospettito gli agenti che lo hanno trovato il 6 ottobre e l’autopsia ha confermato che la vittima presentava diverse fratture alla testa e in altri punti.

La sera di mercoledì la svolta nelle indagini. Osella,titolare di una impresa individuale, ha confessato di essere entrato in casa di Baglioni e di averlo ucciso a colpi di spranga. Poi ha rimesso il corpo del pensionato nel letto per simulare una morte naturale e si è liberato dell’arma del delitto, che è stata ritrovata in un torrente. Il movente dell’omicidio resta ancora da chiarire, forse la vittima ha sorpreso Osella che rubava nella sua casa e l’assassino ha reagito.