Prato, calci e pugni a un tunisino ubriaco: 2 poliziotti indagati

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2014 19:00 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2014 19:00
Una volante della polizia

Una volante della polizia

PRATO – Era il 14 febbraio 2013, la notte di San Valentino, quando due poliziotti picchiarono e abbandonarono un tunisino ubriaco a Prato. Nei loro confronti si ipotizzano i reati di lesioni gravi e abbandono di persona incapace. Secondo l’accusa i due agenti della volante della questura di Prato avrebbero malmenato l’uomo durante un controllo.

La volante era intervenuta in un bar del centro in seguito ad una chiamata per molestie: l’uomo era ubriaco e si temeva che il suo comportamento potesse degenerare. Dopo averlo dissuaso dal rimanere nel locale, in procinto di andarsene, dallo specchietto retrovisore, lo hanno sorpreso mentre rientrava nel bar. A quel punto, sempre secondo le ricostruzioni dell’accusa, lo avrebbero prelevato e condotto ad altissima velocità in periferia, al confine col comune di Pistoia, all’altezza del torrente Calice.

Il tunisino, l’indomani, si recò al pronto soccorso presentando lesioni gravi su tutto il corpo: politrauma facciale con frattura da sfondamento e lussazione di un polso.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other