Prato razzista? Cinese diventa italiano, e viene ricoperto di insulti

Pubblicato il 21 Dicembre 2011 13:35 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2011 13:35

ROMA – Prato si scopre razzista: un cinese è diventato cittadino italiano, il presidente del Consiglio comunale Maurizio Bettazzi (Pdl) ne ha dato notizia su Facebook ed è stato subissato di insulti. Insulti pesanti e razzisti del tipo: “Ma che cittadinanza, ma che vada a c… e e ci rimanga” o “Non mi piace, non sarà mai italiano”, o ancora “Che renda pubblica la denuncia dei redditi”.

Eppure Bettazzi pensava di fare cosa gradita scrivendo un messaggio di benvenuto al nuovo cittadino sulla sua pagina Facebook: “Atto di Giuramento per il conferimento della Cittadinanza Italiana! Questa mattina presso gli uffici anagrafe e cittadinanza di Piazza S. Niccolò ho conferito la Cittadinanza Italiana a seguito di giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana ad un ex cittadino cinese. Benvenuto nella nostra comunità”.

Peccato che il messaggio è stato accompagnato da una lunga lista di insulti. Decine di commenti nel giro di poche ore, molti offensivi nei confronti del neocittadino italiano.