Prato. Domiciliari per la donna che ha avuto il figlio dal quindicenne. Indagato anche il marito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 marzo 2019 9:00 | Ultimo aggiornamento: 27 marzo 2019 11:23
Prato. Domiciliari per la donna che ha avuto il figlio dal quindicenne. Indagato anche il marito

Prato. Domiciliari per la donna che ha avuto il figlio dal quindicenne. Indagato anche il marito

ROMA – Un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata notificata alla donna, 31 anni, accusata di ‘atti sessuali con minore’, al centro dell’inchiesta della procura di Prato che dall’8 marzo indaga sul rapporto tra lei e un 15enne al quale dava ripetizioni private. Il ragazzino – come dimostrato dall’esame del Dna – è anche padre dell’ultimo figlio della donna, nato la scorsa estate. Secondo quanto riferito da uno dei legali della 31enne, è stato notificato stamani anche un avviso di garanzia al marito.

Nei suoi confronti la procura contesta il reato di alterazione di stato, ovvero di aver prodotto falsità nella formazione dell’atto di nascita del bambino nato dalla relazione fra la moglie e il 14enne: in parole povere avrebbe detto che quel bambino era figlio suo. Secondo gli investigatori della squadra mobile di Prato, l’uomo, ascoltato anch’egli dagli inquirenti, sarebbe stato a conoscenza dei fatti.

Quale sia stata la svolta nelle indagini che ha portato la procura di Prato a chiedere gli arresti per la 31enne, non è ancora chiaro: l’ordinanza, di circa 40 pagine, è stata confermata anche da fonti vicine all’inchiesta. Il marito, invece sarebbe indagato per ‘alterazione di stato’, un reato che si applica a chi altera lo stato civile di un neonato. Contemporaneamente alla consegna dell’ordinanza di custodia gli agenti della squadra mobile stanno anche eseguendo una perquisizione nei confronti dei coniugi e sequestrando altro materiale nella loro abitazione a Prato. (fonte Ansa e Agi).