Prato, se al festino la roba la porta il parroco. Coi soldi delle offerte

di Lucio Fero
Pubblicato il 16 Settembre 2021 9:53 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2021 9:53
Prato, se al festino la roba la porta il parroco. Coi soldi delle offerte.

Prato, se al festino la roba la porta il parroco. Coi soldi delle offerte FOTO ANSA

Pare ci siano andati in duecento. Non tutti insieme ma a gruppi nutriti. Duecento cittadini e tra loro di ogni tipo, professione, attività. Andavano, secondo inquirenti, indagini e accuse e testimonianze e prime sostanziose ammissioni, a quelli che la stampa chiama “festini”. Organizzatore principe pare proprio fosse il compagno del parroco.

Un parroco molto speciale

Compagno del parroco…succede. Accade che un membro del clero ceda e conceda alla sua identità sessuale omosessuale. Che ci sia un parroco con un compagno non è certo la normalità ma neanche circostanza inaudita. Ma questo parroco di cui si narra è davvero molto speciale. Secondo ricostruzioni di stampa e soprattutto di inquirenti ai festini c’era droga. E anche qui sorpresa sì, ma contenuta nell’apprenderlo. Ai festini per dire così non è inusuale che qualcosa, qualche roba giri. Ma quale roba in quel dei festini del parroco in quel di Prato?

Droga dello stupro

Dicono le cronache e le indagini che era la cosiddetta droga dello stupro, quella che fai tutto e non ricordi nulla. Forse la parola stupro è messa nei titoli dei giornali per fare effetto, però pare proprio che la roba sia quella. Non uno spinello per intenderci.

I soldi delle offerte alla parrocchia

E come si comprava la droga, con quali soldi? Ecco, è qui che il parroco diventa davvero speciale e decisamente raro se non unico nel suo agire: le partite di droga venivano comprate con i soldi che i fedeli lasciavano come offerte alla parrocchia. Offerte per i parrocchiani bisognosi. Soldi che finivano ai parrocchiani bisognosi di festini e di roba da spararsi ai festini.

I duecento, li eccitava il farsi coi soldi delle offerte?

I duecento che non tutti insieme ma un po’ alla volta ogni volta andavano ai festini come si sentivano sapendo che la roba la portava il parroco coi soldi delle offerte dei fedeli? Fieri del fregare quei fessi? Dritti e ganzi? E super eccitati dal farsi con la roba del parroco, col compagno del parroco, con il parroco?