Precipita con il deltaplano: Francesco Bosio è in fin di vita

Stefano Silvestre*
Pubblicato il 30 Marzo 2010 13:05 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 13:05

Francesco Bosio, consulente aziendale padovano di 46 anni, è ricoverato in fin di vita all’ospedale di Lovere, in provincia di Bergamo, dopo essersi schiantato con il deltaplano. L’uomo, sposato e padre di due figli, era arrivato dal Veneto per lanciarsi dai monti che si affacciano sul lago d’Iseo. La sua intenzione era quella di atterrare nel tardo pomeriggio a Pisogne, in un campo di mais usato da molti deltaplanisti. Ma a un centinaio di metri dal luogo dell’atterraggio qualcosa è andato storto e, per cause ancora da accertare, l’uomo non è più riuscito a controllare il mezzo ed è finito contro un albero, cadendo poi al suolo.

I soccorsi, chiamati da un amico che lo stava aspettando nei pressi di una strada provinciale, sono arrivati immediatamente. Bosio, che ha subito ferite su tutto il corpo, è stato portato con l’eliambulanza all’ospedale civile, dove è stato ricoverato in condizioni disperate.

I testimoni hanno detto di aver visto il deltaplano girare su se stesso e perdere quota a circa 500 metri d’altezza, finché il velivolo non ha colpito con l’ala destra i rami dell’albero, che hanno attutito la caduta a terra, avvenuta una decina di metri più avanti.

*Scuola di giornalismo Luiss