Preparavano un attentato al G8, cinque arresti, c’è anche un ex brigatista

Pubblicato il 11 giugno 2009 9:17 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2009 9:17

Avrebbero pianifi­cato azioni violente, pronti a muoversi anche in occasione del G8 previsto a L’Aquila dal­l’ 8 al 10 luglio. La procura di Roma chiude le indagini avvia­te diversi mesi fa sull’attività dell’area antagonista e ottiene dal giudice l’arresto di almeno cinque persone con l’accusa di banda armata e associazio­ne sovversiva.L’operazione condotta dai poliziotti della Digos parte dalla capitale e si estende a tutta Italia, con due catture eseguite a Milano e una ventina di perquisizioni compiute in diverse regioni. Tra i fermati in Lombardia c’è Ernesto Morlacchi, 35 an­ni. È il figlio di Pierino Morlac­chi, uno dei fondatori delle Brigate Rosse insieme a Rena­to Curcio e altri.
C’è anche un ex br, Luigi Fallico, tra le persone arrestate questa mattina dalla Digos nell’ambito di
una operazione antiterrorismo. Fallico, noto alle cronache negli anni Ottanta, è accusato dalla procura di Roma di aver cercato di riannodare i fili della lotta armata contattando vecchi ‘irriducibili’ e sodali di un tempo.