Preti gay, il direttore di Panorama conferma: “Abbiamo nomi e video”

Pubblicato il 22 luglio 2010 22:11 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2010 22:26

L‘inchiesta di Panorama sui preti gay è documentata: lo precisa il direttore, Giorgio Mulé, replicando alle osservazioni di fonti vaticane che parlano di notizia ”priva di prove concrete e circostanziate”.

Mulé ha poi aggiunto che ”le anonime ma autorevoli fonti vaticane citate dall’Ansa relativamente all’inchiesta di Panorama sulle notti brave dei preti gay a Roma parlano di una notizia ‘priva di prove concrete e circostanziate’ ed è bollata come un ‘tentativo di trovare ad ogni costo argomenti forti per svegliare i lettori sotto l’ombrellone’. Desidero rassicurare le anonime fonti vaticane invitandole a recarsi in edicola per leggere l’inchiesta. Ove non fosse sufficiente sarò lieto, se dovessero decidere di rendersi palesi con la direzione di Panorama, di fornire loro nomi, cognomi e indirizzi dei sacerdoti che hanno compiuto atti sessuali, peraltro documentati da riprese video incontrovertibili”.

Mulé ha poi concluso: ”I nostri lettori, inoltre, saranno sicuramente svegliati dalla nostra inchiesta. Ma le anonime fonti mi credano: avremmo preferito non disturbare il loro riposo piuttosto che raccontare questa squallida storia”.