Previsioni meteo, nel weekend rischio nubifragi al Centro-Sud. Temperature in diminuzione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2020 12:06 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2020 12:07
Previsioni meteo, nel weekend rischio nubifragi al Centro

Previsioni meteo, nel weekend rischio nubifragi al Centro. Temperature in diminuzione (foto ANSA)

Il prossimo weekend sarà caratterizzato da nubifragi, burrasche e freddo. Domenica rischio su Sardegna, Lazio, Campania, Abruzzo, Marche e Romagna. Temperature in sensibile diminuzione.

Previsioni meteo per l’ultimo weekend di settembre: attesa tanta pioggia al centro-sud, temperature in sensibile diminuzione.

Sotto l’influenza negativa di un vero e proprio ciclone, nel corso del weekend l’Italia sarà colpita dall’ennesima fase di maltempo con forti piogge, nubifragi e temporali.

Il motivo è da ricercare nell’intensa attività della depressione d’Islanda che da qualche giorno si è rinvigorita a tal punto da inserire l’Italia in un corridoio instabile dove scorrono numerosi fronti perturbati.

Nei mesi autunnali non è così strano che si verifichino precipitazioni abbondanti o sotto forma di nubifragio, le cosiddette “bombe d’acqua”.

L’autunno eredita infatti dall’estate una superficie dei mari piuttosto surriscaldata e tale calore fornisce l’energia necessaria per la genesi di intense celle temporalesche, qualora dell’aria fredda interagisca con l’atmosfera.

Nel corso del weekend, tra l’altro, giungerà un vortice ciclonico, il quale, alimentato da aria fredda provocherà anche un deciso calo termico.

Il team del sito www.ilmeteo.it avvisa che le aree interessate da precipitazioni più abbondanti risulteranno essere, nella giornata di sabato 26 settembre, quelle meridionali, in primis la Campania, inclusa la città di Napoli e la Calabria.

Le previsioni meteo per domenica 27 settembre

Domenica il tempo subirà un forte e più diffuso peggioramento.

Il rischio di nubifragi interesserà diverse regioni e, in particolare, Sardegna, Lazio, Campania, Puglia e poi Molise, Abruzzo e Marche.

Su questi settori sarà elevato il rischio idrogeologico, con possibilità frane e allagamenti.

Sul resto dell’Italia, e in particolare al Nord, il tempo andrà a migliorare, ma il cielo privo di nubi durante la notte e i venti freddi di Maestrale, causeranno un repentino abbassamento delle temperature.

Basti pensare che al primo mattino città come Torino e Milano si risveglieranno con soli 5/7°C, qualche grado in più sul resto del Nord.

Più o meno si registreranno gli stessi valori anche sulle zone interne del Centro come a Firenze, Perugia, Macerata e l’Aquila.

Di giorno invece tutti i valori termici a stento saliranno sopra i 20°C. (fonte AGI)