Prima Prova Maturità 2019, Tomaso Montanari: “Spero che i ragazzi confutino le mie idee”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2019 10:33 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2019 10:33
Prima Prova Maturità 2019, Tomaso Montanari: "Spero che i ragazzi confutino le mie idee" (foto Ansa)

Prima Prova Maturità 2019, Tomaso Montanari: “Spero che i ragazzi confutino le mie idee” (foto Ansa)

ROMA – “Spero che molti ragazzi confutino le mie idee, affermino il contrario, con argomenti forti e intelligenza migliore della mia. La cosa più essenziale è il pensiero critico, il dissenso. La parola contro il sistema. Un grande in bocca al lupo ai ragazzi, spero non mi odino troppo!”. Così lo storico dell’arte e saggista Tomaso Montanari ha commentato la scelta di assegnare alla maturità una traccia che parte da un suo testo.

“Il Porto Sepolto” di Ungaretti, un brano tratto da “Il Giorno della Civetta” di Leonardo Sciascia, un brano di Corrado Stajano tratto dall’introduzione alla raccolta di saggi “La cultura italiana del Novecento”, un tema di attualità su Carlo Alberto Dalla Chiesa, un tema tra sport e storia su Gino Bartali con un articolo di Cristiano Gatti, un brano di Philip Fernbach “L’illusione della conoscenza” e un brano di Tomaso Montanari dal titolo “Istruzioni per l’uso del futuro” (testo argomentativo). Queste le tracce della prima prova degli esami di Maturità 2019.

Tre le tipologie di tracce tra cui potranno scegliere gli studenti: la tipologia A, quindi analisi del testo; la tipologia B, ovvero il testo argomentativo; la tipologia C, il classico tema di attualità.