Primarie a Milano, Pisapia: “Bisogna cercare le convergenze con i moderati delusi”

Pubblicato il 16 Novembre 2010 9:25 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 12:44

Giuliano Pisapia

”Adesso bisogna allargare la coalizione e sfruttare la scesa in campo di un terzo polo. Non possiamo perdere un solo voto a sinistra e insieme prenderne molti dei delusi da Letizia Moratti”. Lo afferma alla Stampa, all’indomani della vittoria alle primarie di Milano, il candidato sindaco del centrosinistra Giuliano Pisapia spiegando che per vincere punterà a ”trovare convergenze con gli elettori moderati delusi” innanzitutto lasciando ”le posizioni eticamente sensibili fuori dall’agenda comunale”.

”Su elezioni locali – aggiunge – si può fare”. Sugli effetti interni al Pd che ha avuto la sua vittoria, Pisapia preferisce non commentare. ”Non entro nel dibattito interno al Pd – afferma -. Anzi li ringrazio per il pieno appoggio nella sfida contro Moratti. Quanto alla valenza nazionale delle primarie ho preso un impegno: mi occuperò solo e soltanto della nostra città”.

Sulla questione della sicurezza dove, secondo Pisapia la sinistra ha perso ”rincorrendo la destra sul campo”, il candidato critica l’attuale amministrazione. ”Non si danno risposte efficaci prescindendo dall’integrazione – spiega -. Via Padova a Milano ne è l’emblema”.

Sull’ipotesi della discesa in campo di un terzo polo, Pisapia osserva: ”Un terzo candidato dividerebbe ancora di più il centrodestra, senza toglierci nulla. Sarebbe la certezza di arrivare al ballottaggio, a patto di restare uniti alla meta”.

[gmap]