Processione con inchino sotto casa del boss: altro caso in Calabria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Luglio 2014 14:52 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2014 14:52

Processione con inchino sotto casa del boss: altro caso in CalabriaREGGIO CALABRIA – Un altro inchino di troppo durante una processione della Madonna in provincia di Reggio Calabria. Dopo il caso di Oppido Mamertina, è accaduto di nuovo, domenica scorsa, durante una processione a San Procopio. Lo scrive oggi “il Quotidiano del Sud”, secondo cui giunta davanti casa di Domenico Alvaro, detenuto, la processione si è fermata, la moglie dell’uomo è uscita ed ha offerto un obolo.

Sul nuovo caso, ha detto il procuratore distrettuale della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, è stata aperta una nuova inchiesta, dopo quella per il caso di Oppido.

Stavolta a rilevare l’accaduto è stata la Polizia di Stato. Al momento non vi sono indagati iscritti nel registro delle notizie di reato.

Foto LaPresse del caso di Oppido Mamertina: