Processo Eternit, a maggio si ricomincia: stavolta il reato è omicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Marzo 2015 15:29 | Ultimo aggiornamento: 21 Marzo 2015 15:29
Processo Eternit, a maggio si ricomincia: stavolta il reato è omicidio

Processo Eternit, a maggio si ricomincia: stavolta il reato è omicidio

TORINO – Processo Eternit: si ricomincia. Si aprirà infatti a Torino il prossimo 12 maggio l’udienza preliminare dell’inchiesta Eternit bis, che riguarda la morte di 258 persone provocata, secondo l’accusa dei pm Gianfranco Colace e Raffaele Guariniello, dall’amianto lavorato in quattro stabilimenti (Casale Monferrato, Cavagnolo, Rubiera e Bagnoli) della multinazionale.

L’imputato, lo svizzero Stephan Schmidheiny, risponderà di omicidio volontario pluriaggravato. Il tribunale di Torino, visto il numero delle persone offese da informare, sta elaborando un progetto che prevede annunci per “pubblici proclami”.

Si tratta di un nuovo processo dopo che quello precedente, con ipotesi di reato “disastro doloso” si è concluso in Cassazione con la prescrizione e con una dura motivazione dei giudici che hanno scritto che il tutto era già prescritto al momento della sentenza di primo grado e hanno invitato, indirettamente, a istruire un nuovo processo con l’ipotesi di reato di omicidio.