Processo ai pirati della Montecristo: sono 9 somali

Pubblicato il 20 Febbraio 2012 16:17 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2012 16:28

ROMA – Per la prima volta in Italia si terra’, il 23 marzo prossimo, un processo a pirati del mare. Si tratta di nove somali accusati dell’assalto alla portacontainer Montecristo avvenuto il 10 ottobre dello scorso anno. Il processo si terra’ davanti alla corte di assise di Roma. Gli imputati rischiano oltre 20 anni di reclusione.

A disporre il giudizio, con il rito immediato, e’ stato il gup Valerio Savio su richiesta del pm Francesco Scavo, lo stesso che dovra’ indagare sul caso dei due maro’ italiani accusati di aver ucciso due pescatori indiani. Per l’assalto alla Montecristo – 23 uomini di equipaggio tra i quali sette italiani – furono arrestate il 19 ottobre scorso 15 persone, 13 somali e due pachistani, in un blitz al largo delle coste somali compiuto dalle forze militari inglesi. Tutti gli arrestati furono trasferiti a Roma.

I due pachistani, risultati estranei ai fatti, sono stati rimessi in liberta’ e sono tornati in patria. Dei 13 somali 4 sono minorenni e le loro posizioni sono state trasmesse alla competente procura presso il tribunale dei minori. Atti di depredazione (pirateria), danneggiamento e detenzione di armi da guerra, aggravati dalla finalita’ di terrorismo, i reati contestati ai nove imputati, tutti detenuti a Regina Coeli e Rebibbia. Secondo l’accusa, l’abbordaggio era finalizzato ad ottenere un riscatto destinato ad organizzazioni terroristiche.