Procida: picchia la compagna incinta e il feto muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 aprile 2018 10:26 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2018 11:36
Procida (Napoli): picchia la compagna incinta e il feto muore

Procida: picchia la compagna incinta e il feto muore (foto d’archivio Ansa)

NAPOLI – Ha picchiato la compagna incinta e il feto è morto.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

E’ successo a Procida (Napoli) dove i carabinieri hanno arrestato e portato al carcere un uomo di 45 anni, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e interruzione di gravidanza. La donna, di 38 anni, era incinta di 20 settimane.

É stata lei a chiamare il 112. I militari arrivati in via Giovanni da Procida hanno chiamato i sanitari. L’uomo è stato fermato e poi arrestato. Ora è chiuso in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

I due si erano conosciuti tempo fa a Procida (Napoli), dove lei lavora provenendo dalla terraferma; il 45enne è di Procida, residente in via Giovanni Da Procida, nell’abitazione dove i due avevano deciso di convivere e dove ieri sera è avvenuta quella che – stando al racconto della donna – dovrebbe essere stata l’ennesima aggressione, forse più violenta delle precedenti, ma che le ha dato la forza di prendere il cellulare e chiamare in suo soccorso gli uomini del 112.

Aggiunge Napoli Today:

Il feto era di 20 settimane. E’ stata la madre, 38 anni a chiamare i carabinieri perché intervenissero e arrestassero il suo compagno. I militari sono arrivati in via Giovanni da Procida e hanno immediatamente avvertito il 118 così che si potesse prestare soccorso alla vittima della violenza, trasportata al Gaetanina Scotto di Perrotolo.

L’uomo è stato fermato in zona e quindi arrestato. Si trova adesso in carcere a Poggioreale, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Secondo quanto riportato dai carabinieri aveva già aggredito la compagna diverse volte, negli ultimi giorni.