Profilattici nei licei romani: il Vaticano dice no

Pubblicato il 10 Marzo 2010 19:49 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 19:49

Il liceo scientifico romano Keplero sarà il primo in Italia ad ospitare distributori automatici di profilattici

Dal 12 marzo i condoms arrivano a scuola. Il liceo scientifico romano Keplero sarà infatti il primo in Italia ad ospitare distributori automatici di profilattici, così gli studenti non saranno più costretti a comprarli in farmacia o al supermercato.

L’idea è di una community di studenti, ScuolaZoo.com, che ha lanciato la proposta nelle scuole di tutta Italia incassando il primo ok nella Capitale dal preside e dai professori del Keplero. I contraccettivi, veduti a “prezzi di fabbrica” ovvero 3 pezzi 2 euro, sbarcheranno tra gli studenti a nove mesi dall’approvazione di una mozione con la quale la Provincia di Roma si è impegnata a supportarne la diffusione ai fini di una sana educazione sessuale.

Ma le critiche non si fanno attendere. I Vaticano dichiara il suo no all’iniziativa per voce del cardinale Agostino Vallini, vicario del Papa per la diocesi di Roma. “No alla banalizzazione della sessualità – esorta il cardinale Vallini esprimendo – viva preoccupazione” già espressa nel giugno scorso nella sua nota sull’argomento in occasione della presentazione dell’iniziativa della provincia di Roma. Vallini rifacendosi a quanto detto da Benedetto XVI agli amministratori romani, esorta “nell’educazione dei giovani” a evitare “scorciatoie” e “banalizzazioni della sessualità”.

Nella scuola romana, che conta poco meno di mille studenti, però, professori e docenti accolgono positivamente la novità.

“E’ il mezzo per ovviare ai problemi legati al sentimento di vergogna e all’elevato costo dei prodotti anticoncezionali per i teenagers”, spiegano i ragazzi. E i prof sono dalla loro parte. “Abbiamo raccolto l’invito della Provincia di Roma che invitava ad installare distributori di profilattici per prevenire malattie sessualmente trasmissibili – racconta Luigi Barbaro, docente del Keplero – Ne abbiamo parlato un mesetto fa in Consiglio d’Istituto e lo abbiamo approvato all’unanimità. Resistenze? No, nessuna, né da parte di insegnanti, né da parte di genitori”.

“E’ un passo avanti importante che la nostra scuola fa per prima – dice con orgoglio Alberto Belloni, rappresentante degli studenti – un modo per uscire dagli schemi tradizionali e affrontare realmente i problemi dei giovani”. Oltre all’installazione di macchinette di condom, al Keplero è previsto anche un seminario della L.I.L.A (Lega Italiana per la Lotta all’Aids) sulla prevenzione dal virus HIV per gli studenti. Per il promotore della mozione della Provincia di Roma che ha innescato il tutto, il coordinatore del Gruppo Federato della Sinistra Gianluca Peciola, “il liceo scientifico Keplero, il suo preside, il suo Consiglio scolastico stanno dando prova di grande coraggio. Il mio impegno è sostenere istituzionalmente tale intervento e fare in modo che altre scuole raccolgano questa preziosa iniziativa”.

E lo slogan di ScuolaZoo.com dice il resto: “Se vuoi amare fallo con la testa. Proponi al tuo preside l’installazione gratuita di distributori di preservativi e assorbenti nella tua scuola”.