Proposta di legge: anagrafe feti morti, ma solo fino a mezzo chilo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2013 16:44 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2013 16:44

Ultrasound taken at 17 weeks, showing tumour growing from fetus's mouth, appearing like a bubbleROMA – Una anagrafe dei feti nati morti, purché raggiungano i 500 grammi di peso. Una proposta di legge che dovrebbe, nelle intenzioni, riconoscere giuridicamente il feto. E’ il senso della proposta depositata mercoledì in Cassazione dall’associazione ‘Pensiero Celeste’ di Padova, con il sostegno dei ‘Moderati in Rivoluzione’ di Giampiero Samorì, il movimento che si è presentato alle scorse elezioni senza però riuscire ad entrare in Parlamento.

L’obiettivo è quello di arrivare al riconoscimento giuridico del feto, escluso dall”ordinamento italiano e dalla giurisprudenza a tutela, tra l’altro e non solo, del diritto delle donne a ricorrere all’aborto negli specifici casi e alle condizioni previste dalla legge. La raccolta delle firme dovrebbe partire entro la fine del mese contestualmente e insieme a quella per la proposta di legge, in tema economico, depositata da Samorì lo scorso 9 agosto e finalizzata ad agevolare la concessione di credito bancario per imprese e famiglie.