Prostituzione: sgominata gang di sfruttatori a Treviso

Pubblicato il 19 ottobre 2011 8:08 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 8:09

TREVISO – Un'organizzazione italo-albanese di sfruttatori della prostituzione è stata sgominata dalla squadra mobile di Treviso. L'indagine, iniziata lo scorso maggio, ha accertato che gli indagati reclutavano giovani in Romania per farle prostituire in Italia, assicurando loro la metà di quanto incassavano.

In realtà, spesso, trattenevano una minima parte. Per questo una ragazza, che era stata minacciata di essere venduta ad un clan albanese, è fuggita. Un'altra dopo averla fatta abortire a metà luglio in Romania è stata rimessa sulla strada il giorno dopo.

Ogni giovane garantiva agli sfruttatori 600 euro al giorno: la prostituzione avveniva sulla strada o in appartamento e la pubblicità avveniva anche usando internet. Decine le romene, tra i 20 e i 23 anni, che hanno lavorato per il gruppo che aveva una facilita' di 'ingaggio'.