Province: via in 64, se ne salvano 43. Ecco la tabella

Pubblicato il 21 luglio 2012 9:29 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2012 9:29

ROMA – Via 64 Province su 107, che dovranno essere accorpate, di cui 50 di Regioni a statuto ordinario e 14 di Regioni a statuto speciale. La nuova cartina dell’Italia dovrà prevedere meno della metà delle attuali 107 Province. E i criteri previsti dalla delibera emanata ieri dal Consiglio dei ministri, 350 mila abitanti e 2.500 chilometri quadrati, mettono a rischio 64 enti, 50 nelle Regioni a statuto ordinario e 14 in quelle a statuto speciale, salvandone per adesso quindi solo 43, tra cui le 10 Città metropolitane. Il Sole 24 Ore pubblica una tabella con le province che spariranno o saranno accorpate perchè “non rispondono ai requisiti”. Eccole qui regione per regione:

PIEMONTE: Vercelli, Asti, Biella, Verbano – Cusio, Novara

LOMBARDIA: Lecco, Lodi, Como, Monza Brianza, Mantova, Cremona, Sondrio, Varese

VENETO: Rovigo, Belluno, Padova, Treviso

LIGURIA: Savona, Imperia

EMILIA ROMAGNA: Reggio Emilia, Ravenna, Forlì – Cesena, Rimini, Piacenza

TOSCANA: Grosseto, Siena, Arezzo, Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato, Pisa, Livorno

UMBRIA: Terni

MARCHE: Ascoli Piceno, Macerata, Fermo

LAZIO: Latina, Rieti, Viterbo

ABRUZZO: Pescara, Teramo

MOLISE: Isernia

CAMPANIA: Benevento

BASILICATA: Matera

PUGLIA: Taranto, Brindisi, Barletta – Andria

CALABRIA: Crotone, Vibo Valentia

SICILIA: Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa, Trapani

SARDEGNA: Olbia – Tempio, Medio, Ogliastra, Carbonia, Sassari, Nuoro, Oristano

FRIULI VENEZIA GIULIA: Pordenone, Gorizia

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other