Pub negazionista a Magenta: “Virus non esiste, se hai paura stai a casa!”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2020 8:47 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2020 8:47
Pub negazionista a Magenta: "Virus non esiste, se hai paura stai a casa!"

Pub negazionista a Magenta: “Virus non esiste, se hai paura stai a casa!”

Il pub negazionista che invita i clienti che hanno paura del virus a restare a casa. “Se sei spaventato stai a casa!” c’è scritto all’ingresso del pub di Magenta, Milano.

Siamo a Magenta (Milano), qui c’è un pub negazionista. Un pub dove chi ha paura del coronavirus viene imvitato a starsene a a casa. Un pub dove il proprietario parla di “finto virus”.

Tutto parte dalle recensioni dei clienti. Il pub negazionista infatti è finito al centro delle polemiche dopo che su Tripdavisor diversi clienti hanno iniziato a pubblicare recensioni negative non tanto sul cibo o sulla qualità del servizio quanto sul mancato rispetto delle norme di sicurezza in tempi di coronavirus.

Uno dei commentatori ha pubblicato la foto del cartello che accoglie i clienti all’entrata avvisandoli subito: “La nostra libertà non termina dove iniziano le tue paure. Se sei spaventato stai a casa!! Se hai paura di trovarti all’interno con altre persone non entrare in questo locale!!”. Poi la scritta Articolo 13 della Costituzione italiana, che recita: “La libertà non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell’autorità giudiziaria”. 

Le recensioni su Tripadvisor

l’utente che ha scattato la foto scrive: “Entri e non ti misurano la temperatura, mascherine dei camerieri o inesistenti (barista) o portate con naso scoperto, solo un cameriere l’aveva addosso portata come si deve, bravo lui. Prima di entrare ci son questi cartelli a mo’ di minaccia per i clienti. Entrando tutto il locale è tappezzato di questi fogli. Norme anti covid inesistenti, chissà cosa succede in cucina”.

E ancora, sul portale gastronomico si legge: “Purtroppo le norme anticovid sono inesistenti ed il cibo è di scarsa qualità, sconsiglio di andarci”. “Un locale anonimo, cibo decente non c’è che dire, ma il must è il negazionismo sul covid! Dal livello culturale che si respira potrebbe ospitare tranquillamente un convegno di terrapiattisti o di no vax! Consiglio inoltre di modificare l’arredamento in stile medievale, magari ci scappa pure uno ius primae noctis”,

Ecco un’altra recensione: “Nonostante le norme in Lombardia, all’ingresso non viene misurata la temperatura, le persone sono fatte sedere una attaccata all’altra senza alternanza tra i tavoli anche avendo la possibilità, essendo il locale molto grande e avendo i tavoli fuori che erano completamente vuoti. Le persone girano tranquillamente all’interno del locale senza indossare la mascherina e i camerieri la utilizzano ma spesso con naso e bocca completamente fuori”.

La replica del proprietario contro i “covidioti”

Il proprietario del pub, tra recensioni cancellate, replica a un cliente definendolo “Covidiota”, sostenendo che non vi sarebbe “mancanza di rispetto verso dipendenti, collaboratori e clienti”. “Il distanziamento è presente e le mascherine sono portate da tutto lo staff, come hanno potuto constatare ben tre controlli delle forze dell’ordine”.

Poi aggiunge: “Cogliamo l’occasione per ricordare a te il che il tuo diritto alla salute è tutelato, con tutte le normative pagliaccio contro questo finto virus, e sopratutto la nostra maniacale pulizia e disinfezione degli ambienti, e il nostro rispetto su tutte le norme igienico sanitarie”. E ribadisce: “Vista la tua enorme fobia verso questo fantomatico virus, vorrei citare ancora una volta le parole del cartello con cui così orgogliosamente abbiamo tappezzato il nostro locale: Se hai paura del covid stai a casa tua!!!”. (Fonti Tripadvisor e Nextquotidiano).