Puglia, moria di delfini e tartarughe sulla costa: giallo sulle cause

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2016 16:38 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2016 16:38
Puglia, moria di delfini e tartarughe sulla costa: giallo sulle cause

Puglia, moria di delfini e tartarughe sulla costa: giallo sulle cause

TARANTO – Delfini e tartarughe spiaggiati: c’è allarme in provincia di Taranto per l’insolita moria di questi animali che dura da settimane. Sulla costa jonica tarantina i ritrovamenti continuano: 4 nella sola giornata di domenica. I grossi cetacei presentavano segni evidenti di sofferenza e, in un caso, una copiosa perdita di sangue dalla bocca e dal forame sulla testa. Francesco Di Lauro, responsabile del versante orientale jonico del Wwf, spiega a Il Quotidiano di Puglia:

“Quattro delfini spiaggiati in un tratto di costa così breve e in un solo giorno, sono davvero troppi; qualcuno dovrebbe darci delle risposte”, dichiara Di Lauro che tra le possibili cause non naturali di morte ipotizza il disorientamento oppure un morbo dell’apparato respiratorio che colpisce i delfini quando sono particolarmente debilitati. “Mi sentirò con gli amici del «Jonian Dolphin Conservation – aggiunge l’esponente del Wwf – per sollecitare insieme a loro una risposta a questa domande da parte della comunità scientifica”.

L’associazione tarantina a cui fa riferimento Di Lauro è un’organizzazione di ricerca finalizzata allo studio dei cetacei del Golfo di Taranto nel Mar Jonio settentrionale. “L’obiettivo di tutelare i cetacei del golfo di Taranto – si legge nel loro statuto – può essere raggiunto solamente creando consapevolezza nella popolazione che i cetacei esistono ancora nel nostro mare”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other