Pusher aggredisce i carabinieri: calci, pugni e secchiate d’acqua per evitare l’arresto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2018 11:27 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018 11:42
Pusher aggredisce i carabinieri: calci, pugni e secchiate d'acqua per evitare l'arresto

Pusher aggredisce i carabinieri: calci, pugni e secchiate d’acqua per evitare l’arresto

NAPOLI – Secchi d’acqua dai balconi sui carabinieri per evitare l’arresto di uno dei presunti spacciatori protagonisti del servizio anti droga di “Striscia la Notizia” dello scorso gennaio.

E’ successo nel Parco Verde di Caivano (Napoli) dove un uomo, 31 anni, per sfuggire alle manette, ha anche aggredito i militari. L’uomo, che è stato arrestato, è una delle persone riprese lo scorso gennaio durante il servizio anti droga di “Striscia” nella piazza di spaccio del Parco Verde che culminò con l’aggressione alla troupe di Brumotti.

L’uomo sarebbe stato sorpreso mentre spacciava: quando ha visto i militari ha cercato di far sparire 36 dosi di cocaina e 5 di crack. I militari, malgrado i calci, i pugni e le secchiate d’acqua, lo hanno comunque raggiunto e bloccato. Per l’aggressione alla troupe dello scorso gennaio, i carabinieri hanno già arrestato una persona. Denunciata un’altra e identificato un minore di 14 anni, non imputabile, che lanciò una sedia contro l’auto di “Striscia”.