Quargnento, ai funerali dei 3 vigili del fuoco c’è anche il capo squadra rimasto ferito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2019 11:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2019 12:26
Quargnento, ai funerali dei 3 vigili del fuoco c'è anche il capo squadra rimasto ferito

Giuliano Dodero, il capo squadra dei vigili del fuoco rimasto ferito nell’esplosione di Quargnento (Ansa)

ALESSANDRIA – C’è anche Giuliano Dodero, il capo squadra dei vigili del fuoco rimasto ferito nell’esplosione di Quargnento, nella cattedrale di Alessandria, dove si svolgono i funerali dei tre colleghi morti. L’uomo è sceso da una ambulanza ed è entrato in Chiesa in carrozzella, accompagnato dall’applauso dei numerosi pompieri e delle altre persone presenti sul sagrato in attesa dell’arrivo dei feretri.

Altri momenti do commozione quando un padre voleva restituire la piccola divisa che Antonio Candido, una delle vittime nello scoppio di Quargnento, aveva donato a suo figlio. Un genitore si è avvicinato alla mamma del vigile del fuoco alla caserma provinciale di Alessandria e, con gli occhi lucidi, ha fatto il gesto di riconsegnare la divisa. Ma la mamma di Candido gli ha risposto di tenerla, affinché potesse ricordarlo per tutta la vita, e l’ha abbracciato.

Un lungo applauso ha accompagnato l’ingresso nella cattedrale di Alessandria dei feretri dei tre vigili del fuoco morti nell’esplosione. Le bare, avvolte dal tricolore, sono state adagiate su un tappeto rosso davanti all’altare. Sopra,il casco da vigile del fuoco.

Anche il premier Giuseppe Conte è entrato nella cattedrale di Alessandria. Ad accompagnarlo il ministro dell’interno, Luciana Lamorgese, il presidente della Regione, Alberto Cirio, il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Prima di entrare in Chiesa, il premier ha stretto le mani al picchetto dei vigili del fuoco schierato lungo la via che dalla piazza della Prefettura conduce al Duomo. (Fonte Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).