Lombardia, allevatori in rivolta: una stalla davanti al Pirellone e trattori in corteo

Pubblicato il 29 Giugno 2010 14:55 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2010 15:05

E’ spuntata anche una stalla davanti al Pirellone, sede della Regione Lombardia. A portarla gli allevatori in rivolta per le quote latte, al sesto giorno di permanenza.

Sotto un gazebo, su un mucchio di paglia, fanno bella mostra di se’ una mucca e il suo vitellino di pochi giorni, che sono stati portati davanti al Pirellone la scorsa notte.

Gli allevatori, con una piccola parte di trattori, proseguono intanto la loro protesta: ”Non ce l’abbiamo con la Regione – spiega Roberto Cavaliere, presidente di Confagri Lombardia – ma chiediamo che interceda presso il Ministero per sospendere i termini di pagamento. D’altra parte gli allevatori di tutta italia guardano a questa regione che e’ la capitale del latte”.

Intanto in testa al corteo di allevatori sono arrivati anche i trattori. La manifestazione è partita da piazza Duca d’Aosta a Milano in direzione dell’assessorato all’Agricoltura. Un centinaio di allevatori, con tre trattori in testa, sta lasciando la piazza in direzione di via Pola, mentre altri trattori rimangono di presidio davanti al Pirellone. ”Forse non tutti i cittadini sanno dicono alcuni rappresentanti degli allevatori – che dal 1994 a oggi le aziende produttrici di latte sono diminuite piu’ del 50%, passando dalle 14.000 di allora alle circa 6 mila di oggi. Il disagio e il sacrificio che in parte chiediamo al Paese nel sostenere la nostra lotta e’ anche l’unico modo per fare si’ che gli italiani possano continuare a bere latte italiano”.