Racket: ordigno nel napoletano, distrutto dalle fiamme deposito di barche

Pubblicato il 25 Marzo 2010 9:47 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2010 9:47

Un capannone per il rimessaggio di imbarcazioni è andato completamente distrutto, la scorsa notte a causa di un incendio di origini dolose, provocate quasi sicuramente dall’esplosione di un ordigno, in via Nazionale a Torre del Greco (Napoli). Nell’hangar si trovavano imbarcazioni di varie dimensioni che sono andate distrutte.

Sulle cause dell’incendio gli inquirenti – sul posto sono accorse pattuglie di carabinieri, polizia e guardia di finanza – mantengono uno stretto riserbo anche se al momento l’ipotesi più plausibile appare quella di una intimidazione del racket. Le fiamme si sono infatti sviluppate dopo che in zona si è sentita una forte deflagrazione.

Sul posto, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa,  sono intervenuti cinque mezzi dei vigili del fuoco, mezzi che sono rimasti a lungo al lavoro per domare il fuoco che ha avvolto il capannone, dove – secondo quanto dichiarato dal proprietario del rimessaggio, G. B., alle forze dell’ordine intervenute – c’erano diverse barche depositate. Ingenti i danni.