Ragno violino, come riconoscerlo e cosa fare se si viene morsi

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 16:19 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018 16:19
Ragno violino, come riconoscerlo e cosa fare se si viene morsi

Ragno violino, come riconoscerlo e cosa fare se si viene morsi (Foto Ansa)

ROMA – Il ragno violino spaventa, dopo il boom di casi che si sono registrati a Roma. Ma come si fa a riconoscerlo? Gli esemplari di questo aracnide (nome scientifico Loxosceles rufescens) [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] non sono in sé aggressivi, ma mordono se calpestati o disturbati. Il problema è che, a differenza di molti altri ragni, questi sono velenosi.

I ragni violino scelgono solitamente scarpe, calze, cassetti della biancheria in cui nascondersi, ma il loro habitat ideale è nei solai, negli scantinati e nei bagni. Può quindi accadere di non accorgersi della loro presenza, e nemmeno del suo morso, che provoca prurito, bruciore, formicolio e arrossamento in genere nell’arco dei primi 2-3 giorni dalla puntura.

Dal momento che questo ragno può veicolare batteri che possono provocare danni alla cute, ai muscoli e ai reni e persino emorragie, bisogna andare subito al pronto soccorso.

Ma come si può riconoscere un ragno violino? Si tratta di ragni abbastanza piccoli, di 7 millimetri circa (le femmine sono leggermente più grandi dei maschi) di colore giallo-marrone. Hanno lunghe zampe sottili coperte di peli e sei occhi raggruppati in tre coppie, e non otto come la maggior parte dei ragni.