Ragusa, operaio muore travolto da carrello della cassaforma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2020 20:00 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2020 20:00
Ragusa, operaio muore travolto da carrello della cassaforma

Ragusa, operaio muore travolto da carrello della cassaforma

RAGUSA – Si chiamava Raffaele Antoci, l’operaio di 54 anni deceduto sul lavoro nelle prime ore di questo pomeriggio, 13 maggio, a Ragusa, nella zona industriale.

Era originario di Comiso, sposato e padre. Ancora presto per comprendere cosa sia accaduto.

La ditta per la quale lavorava, la Sicep, che si occupa di realizzazione di manufatti in cemento prefabbricati, aveva ripreso lunedì l’attività dopo un periodo di cassa integrazione dovuta all’emergenza Covid.

Pare che l’uomo stesse sovrintendendo alla colata di cemento da un carrello della cassaforma, quando sarebbe stato urtato con violenza dal carrello stesso.

Sono stati inutili i soccorsi. Sul posto c’erano anche due dei figli e un fratello dell’operaio.

L’ambulanza del 118 giunta immediatamente sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

E’ intervenuta la sostituto procuratore di turno, Monica Monego, oltre al medico legale e al personale dello Spresal che sta effettuando gli accertamenti di rito, i militari dell’Arma e i vigili del fuoco.

La procura ha disposto il sequestro della area della ditta in cui è avvenuto l’incidente.

E’ stata una giornata da dimenticare, nel Ragusano, iniziata con un altro incidente mortale; in tarda mattinata era deceduto il 75enne Giovanni Baglieri che sarebbe caduto da circa 4 metri di altezza presso l’azienda agrituristica del figlio sulla strada che conduce da Ragusa a Giarratana.

Era stato trasferito al Cannizzaro di Catania dov’è spirato. (fonte AGI)