Ragusa, senza stipendio da mesi e con la moglie malata: si uccide

Pubblicato il 3 Giugno 2013 16:09 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 16:12

carabinieriPALERMO – Era senza stipendio da qualche mese, con la moglie malata. Per questi motivi un uomo di 65 anni si è ucciso e il suo corpo è stato ritrovato in una cisterna di contrada Bosco Serrameta, nelle campagne di Modica (Ragusa). Secondo il commissariato di Modica non ci sono dubbi: si tratta di suicidio. L’uomo, un dipendente di una società del Comune, da qualche mese non percepiva lo stipendio. Al disagio materiale si aggiungevano i problemi di salute della moglie, ricoverata in ospedale.

L’uomo era un artigiano che lavorava in un’azienda partecipata del Comune di Modica, i cui dipendenti da cinque mesi non prendono lo stipendio. A trovare il corpo senza vita del 65enne e’ stata una delle sue figlie, che viveva con lui, allarmata dal continuo suonare della sveglia. Non vedendolo in casa sono andati a cercarlo e lo hanno trovato nella cisterna di un fondo agricolo confinante. Secondo la polizia l’uomo si è ucciso la notte scorsa. I figli hanno detto agli investigatori che il padre non aveva mai manifestato intenzioni suicide, tanto meno per problemi economici. Ma che era preoccupato per il grave stato di salute della moglie ricoverata in ospedale nel reparto di rianimazione per i postumi di un ictus. La Procura di Modica non ha disposto autopsia.