Rai-Agcom, procuratore capo di Trani: nessuna sfuriata contro Ruggiero

Pubblicato il 17 Marzo 2010 13:40 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2010 13:40

Nessuna “sfuriata” nei confronti del pm Ruggiero: lo ha confermato il procuratore della Repubblica di Trani, Carlo Maria Capristo, in un brevissimo incontro con i giornalisti.

Il procuratore ne ha parlato rispondendo a una domanda a proposito di un episodio che riporta oggi il ‘Corriere della Sera’, che gli attribuisce la frase: “adesso basta, ma che crede di fare? Adesso basta. Mi ha rotto il … Chi ti credi di essere?”, parole che sarebbero state urlate ad alta voce durante un colloquio ieri nella stanza del pm.

Già il pm Michele Ruggiero, parlando brevemente con i giornalisti stamane, aveva precisato che la frase udita nei corridoi della procura non era contro di lui ma contro un politico nazionale che nei giorni scorsi ha, a più riprese, attaccato l’operato della procura tranese.

“Sono impegnati uomini della Digos a tutto campo, non si esclude nessuno, stiamo indagando a 360 gradi e in tutte le sedi sulla fuga di notizie”. Lo ha detto il procuratore capo di Trani, Carlo Maria Capristo, incontrando i giornalisti, in merito alla fuga di notizie sui contenuti dell’inchiesta Rai-Agcom. “Io sono il custode del segreto istruttorio e lo manterrò”.