Rai, Lamberto Sposini: niente risarcimento dopo malore in tv

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Febbraio 2015 20:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 14:11
Lamberto Sposini in una foto recente con Mara Venier

Lamberto Sposini in una foto recente con Mara Venier

ROMA – Nessun risarcimento, i medici della Rai e l’azienda stessa non sono stati riconosciuti responsabili dei danni derivati dal malore che ha colpito Lamberto Sposini in tv ormai 4 anni fa. Il Tribunale del lavoro di Roma non ha accolto l’istanza del giornalista e conduttore Rai colpito da emorragia cerebrale il 29 aprile 2011 mentre stava per andare in onda con La Vita in Diretta.

I medici della Rai l’avevano soccorso e poi affidato al 118. Sposini venne operato d’urgenza alla testa, poi iniziò una lunga riabilitazione. Nel frattempo ha avviato una causa contro l’azienda, ritenendola responsabile di non aver strutturato il servizio medico in modo idoneo. A suo dire queste mancanze gli avrebbero provocato danni permanenti alla salute. Sposini chiedeva un risarcimento milionario.

Il Tribunale però ha rigettato l’istanza. Le motivazioni devono ancora essere depositate, quindi non si sa come i giudici siano arrivati alla decisione. Probabile che il giornalista ricorra in appello.