Rapine, 10mila in più in 3 anni: colpa della crisi

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2014 8:28 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2014 8:29

rapinaROMA – Nel 2010 ne sono state compiute 35mila, nel 2013 sono arrivate a 44mila. Fanno quasi 10mila rapine in più in 3 anni, un dato che non può che allarmare, oltre che le questure, i sociologi.

E’ la crisi, e non si parla di furti d’auto o generica criminalità: gli omicidi ad esempio sono in diminuzione. E’ la rapina al supermercato, alla filiale della Posta, alla banca, in villa. Il colpo per soldi, quelli che mancano sempre di più. E’ quello che dice il sociologo Marzio Barbagli a Repubblica:

Sia ben chiaro: questo non significa gridare all’allarme generalizzato “criminalità”, «anzi va ricordato che la crisi non ha avuto alcun effetto sugli omicidi il cui declino è continuato ininterrottamente dal 1992 fino al 2013 – avverte il sociologo e professore emerito all’università di Bologna, Marzio Barbagli, che svela i primi risultati inediti di una ricerca che sta curando – la crisi non ha inciso neppure sui furti di auto e sui furti di oggetti nelle auto in sosta, che hanno toccato nel 2013 il minimo storico».

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other